Balneari, il comune di Lecce riccore al Consiglio di Stato

Il comune di Lecce con delibera di giunta nr.46 del 25/02/2021 ha deciso di dare incarico ad un legale esterno per impugnare al Consiglio di Stato ben 13 sentenze del Tar Lecce tutte a favore di concessionari salentini.

Tutto ciò appare alquanto inverosimile considerando il periodo di grave crisi dovuta all'emergenza covid. E' ragionevolmente ammissibile questo accanimento contro famiglie di balneari Leccesi? Alla luce poi di quanto è stato stanziato per compiere questa operazione e cioè € 14.358,90 per competenze legali destinate a  incarico congiunto con Avvocatura interna a cui vanno aggiunti €.18.218,58 quale compenso professionale in favore dell' avv. Silvestro Lazzari, legale esterno.
Nel tempo intercorrente tra la delibera e la stesura del presente articolo sono state emesse altre 4 sentenze dal Tar di Lecce, tutte quante ancora una volta a favore dei concessionari salentini, quindi i costi, presumibilmente saliranno ulteriormente.

Mauro Della Valle, presidente di Federazione Imprese Demaniali Salento pensa di ricorrere alla Corte dei Conti per chiedere un risarcimento a favore  dei cittadini contro dei ricorsi che bene o male ricadranno alle loro spalle.

Mauro Della Valle