Nei territori costieri di Brindisi e Lecce avviata attività ricognitoria di verifica della legittimità paesaggistica delle strutture.

Con una nota della soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio per le province di Brindisi e Lecce, inviata ieri  3 febbraio 2021 a tutti i comuni costieri delle medesime province, vengono invitati tutti i Comuni ad eseguire apposita attività ricognitiva finalizzata alla verifica della legittimità paesaggistica delle strutture amovibili ricadenti nei territori costieri di competenza.
Dovrà essere verificato l'avvenuto smontaggio delle strutture aventi autorizzazione stagionale e la presenza di eventuali strutture in situ.
Gli esiti di detta attività dovranno essere trasmessi alla Soprintendenza mediante Relazione di sopralluogo riportante per ciascuna struttura,
- la denominazione
- i dati identificativi della sociatà intestataria o del legale rappresentante
- gli estremi dei titoli autorizzativi in materia paesaggistica, con particolare riferimento a provvedimenti espressi di possibilità di mantenimento annuale per le strutture eventualmente riscontrate in situ;
- l'efficacia dei titoli autorizzativi in materia paesaggistica.

La relazione dovrà essere corredata da cartografia territoriale con le indicazioni del sito di ubicazione delle strutture (montate o presenti) e da documentazione fotografica datata al sopralluogo attestante lo stato dei luoghi.  News Balneari 4 febbraio 2021

                                                                  La nota della Soprintendenza