Il comune di Rapallo "concede" 9 mesi di estensione in più rispetto alla precedente delibera portando le concessioni al 30/9/2022.

Richiamando la precedente Deliberazione di Giunta Comunale n.282 del 31/12/2020 avente ad oggetto “atto di indirizzo sulla disciplina delle concessioni demaniali marittime per attività turistico-ricreative in ambito comunale” con cui veniva avviato il  procedimento per il riconoscimento dell’estensione dei rapporti autorizzanti l’occupazione dei beni demaniali marittimi per attività turistico-balneari fino al 31/12/2021, il comune di Rapallo pubblica oggi all'albo pretorio la deliberazione di giunta nr. 9 del 21 gennaio 2021 con la quale il periodo di estensione viene aumentato di nove mesi, portando la scadenza delle concessioni al 30/9/2022.

Purtroppo, nonostante le numerose sentenze emesse recentemente dalla giustizia amministrativa, tutte a favore dell'estensione ex legge 145/2018, il comune di Rapallo, nella figura del sindaco legislatore Carlo Bagnasco, ha deciso comunque  di intraprendere  la strada errata, a nostro avviso, di una proroga limitata rispetto a quella prevista dalla legge con motivazioni dovute alla pandemia covid e al fatto che comunque  l'istituzione di gare richiederebbe tempi maggiori rispetto all'anno di proroga inizialmente concesso. Ciò che stupisce maggiormente è che questi provvedimenti vengano presi da amministrazioni di centro destra che si sono sempre, almeno a parole, schierate a fianco dei balneari. News Balneari 27 gennaio 2021