Presa di posizione delle categorie economiche di Sestri Levante a favore dei balneari

Le categorie economiche scrivono alla sindaca Valentina Ghio

Con una lettere indirizzata al sindaco Valentina Ghio le associazioni di categoria  riunite, ASCOM - ASSOCIAZIONE ALBERGATORI - CNA - CONFESERCENTI ASSOCIAZIONE B&B SESTRI LEVANTE - CONSORZIO SESTRI LEVANTE IN - ASSOCIAZIONE LIGURIA TOGETHER CIV RIVA TRIGOSO - CIV I CARRUGGI DI SESTRI LEVANTE FAITA Liguria - ASSOCIAZIONE CAMPING, si sono schierate al fianco  dei concessionari demaniali, evidenziando come essi siano  fondamentali per il traino economico della città e l'immagine stessa di Sestri Levante sia imprescindibilmente legata all'offerta balneare. La mancata applicazione dell'estensione causerebbe una sfavorevole ed ingiusta concorrenza nei confronti di quei Comuni che invece hanno applicato la legge in questione. Ma ciò che appare ancora più strano è la volontà di NON applicare una legge dello Stato, la 145/2018 che estende tutte le concessioni al 2033, anche alla luce di recentissimi pronunciamenti della magistratura amministrativa.

La sindaca Valentina Ghio appartenente alla nuova categoria dei sindaci "legislatori"

Il testo della missiva inviata alla sindaca Valentina Ghio

Preg.mo Sig. Sindaco del Comune di Sestri Levante Sestri Levante, 18 gennaio 2021 Con la presente le sottoscritte organizzazioni intendono esprimere la loro forte preoccupazione per la situazione in cui versano i Balneari e i concessionari demaniali di Sestri Levante. La nostra città vive principalmente di turismo e gli stabilimenti balneari in particolare ne costituiscono l'elemento trainante; questo è un dato di fatto ed è altresì palese come l'immagine di Sestri Levante sia caratterizzata dalla sua offerta balneare ben più di qualunque altra località di tutto il Tigullio. Il binomio Sestri Levante - Stabilimento Balneare è innegabilmente il nostro biglietto da visita. Queste piccole storiche imprese famigliari, importanti per la nostra comunità sia dal punto di vista occupazionale che per l'indotto che queste creano, come pure per la tanto ricercata destagionalizzazione, devono però, per poter essere concorrenziali e rispondere alla domanda turistica in continua evoluzione, poter programmare investimenti e progetti a lungo termine. Oggi invece, questo comparto così importante per la nostra città, non può né investire né programmare e vive momenti di grande incertezza a causa della volontà espressa da questa Amministrazione di non voler applicare, come invece tanti altri Comuni hanno già fatto, la legge dello Stato Italiano 145/2018 che estende a tutto il 2033 le concessioni demaniali in questione. Questa decisione espone non solo il comparto balneare ma anche l'intera filiera turistica cittadina, già in forte crisi per la pandemia, ad una sfavorevole ed ingiusta concorrenza nei confronti di quei Comuni che invece hanno applicato la legge in questione. Alcuni addirittura già dal 2019. Per questi motivi le sottoscritte organizzazioni invitano l'amministrazione Comunale ad applicare la legge dello Stato Italiano 145/2018 tuttora vigente e a tutti gli effetti valida per la giustizia amministrativa che ne impone l'applicazione (tra le tante vedi l'ultima sentenza del TAR Lecce: 
https://issuu.com/redazione.newsbalneari/docs/sentenza_tar_lecce_01597

Grati per l'attenzione, in attesa di gradito riscontro. ASCOM - ASSOCIAZIONE ALBERGATORI - CNA - CONFESERCENTI ASSOCIAZIONE B&B SESTRI LEVANTE - CONSORZIO SESTRI LEVANTE IN - ASSOCIAZIONE LIGURIA TOGETHER CIV RIVA TRIGOSO - CIV I CARRUGGI DI SESTRI LEVANTE FAITA Liguria - ASSOCIAZIONE CAMPING Sestri Levante