Siclari, Assonat: La legge 145 deve essere applicata da tutti i comuni

La circolare della Regione Calabria datata 9 febbraio 2021, così come il dispositivo della Regione Toscana e dell’Autorità Portuale di Viareggio varate alla fine del 2020, a mio avviso hanno evidenziato in modo concreto la sostanza della norma che legittima l’applicazione della Legge 145/2018 e cioè l’applicazione della proroga al 2033 delle concessioni demaniali marittime.

In sostanza il legislatore, al di là delle norme europee, in un momento di grave crisi per le imprese italiane dovute all’emergenza COVID, evidenzia la necessità di rilancio del settore turistico ed indica alle Amministrazioni competenti di procedere al disposto della Legge 30 dicembre 2018 n° 145, in modo da dare alle imprese italiane la possibilità di continuare le proprie attività.
Le norme sono chiare, esistono, si devono applicare. Molti Enti lo hanno fatto comprendendo ed applicando i disposti normativi esistenti, altri hanno prorogato le licenze demaniali per un periodo limitato di 1 o 2 anni, richiamando proprio la norma 77/2020 a mio avviso commettendo l’errore di trascurare che la stessa è direttamente legata alla 145/2018. Altri Enti, ad oggi, a pochi mesi dalla stagione estiva, non hanno preso alcuna decisione. Insomma una confusione in un settore strategico che l’Italia non può permettersi.
Concludo augurandomi che i Comuni prendano atto che si trovano in una posizione applicativa e non interpretativa delle norme demaniali marittime.