Spiagge, concessioni demaniali fino al 2033: consiglio del Lazio approva mozione ad hoc


Il Consiglio regionale del Lazio, ha approvato, con 26 voti a favore, quattro contrari e due astenuti, una mozione, presentata dal consigliere Enrico Cavallari (Gruppo Misto), che impegna la Giunta a farsi promotrice presso la Conferenza delle regioni e nelle altre sedi politiche/istituzionali, affinché il governo emani uno o più atti per l'applicazione della normativa nazionale in materia di estensione delle concessioni demaniali marittime con finalità turistico ricreative fino al 2033.

"Il Lazio farà da capofila in Italia, presso la Conferenza Stato-Regioni, per garantire uniformità di regole in merito al rilascio delle concessioni balneari, nel rispetto del principio di legalità e a tutela dei diritti, tanto dei concessionari quanto dei cittadini. Da oggi la nostra Regione è in prima linea per assicurare uguaglianza di applicazione della normativa su tutto il territorio litoraneo, anche attraverso un'azione diplomatica e di coordinamento tra i comuni rivieraschi dal più piccolo al più grande" ha dichiarato il consigliere regionale Cavallari.

"Tre leggi nazionali hanno ribadito la proroga delle concessioni balneari fino al 2033. La Giunta regionale e il presidente Zingaretti si sono impegnati a farsi promotori, presso la Conferenza delle Regioni e nelle altre sedi politiche e istituzionali, affinché il Governo emani uno o più atti per l'applicazione della normativa con particolare riferimento alla estensione della durata delle concessioni demaniali marittime con finalità turistico ricreative al 2033".

La mozione di Cavallari approvata in Regione, ha soddisfatto anche il consigliere regionale del Lazio e responsabile nazionale "Organizzazione" di Cambiamo con Toti, Adriano Palozzi: "Si tratta di un documento importante che sollecita la giunta Zingaretti, sinora sostanzialmente immobile in materia, a mettere in campo ogni azione possibile al fine di dare alla categoria dei balneari quella certezza di diritto che chiedono da sempre in merito alla proroga delle concessioni demaniali al 2033 e dunque garanzie certe sul futuro".  

News Balneari 4 febbraio 2021